Cani, gatti e mucche avvertono i terremoti

27.12.2014
|
0 Commenti
|

La sensibilità degli animali ai sismi è oggi confermata anche da un’approfondita indagine statistica che si è svolta in Giappone dopo il terribile tsunami del 2011.

I primi a essersene accorti erano stati i Greci, in seguito a un violento terremoto avvenuto nel 373 avanti Cristo.

Da allora, di ipotesi sul fatto che gli animali potessero predire catastrofi naturali se ne sono fatte tante.

Ma è stato dopo il terribile tsunami del 2011 in Giappone che la ricerca ha fatto un significativo passo avanti verso una dimostrazione scientifica dell’allerta anticipatoria di cani, gatti e altri animali domestici in vicinanza dei terremoti.

Il ricercatore Hiroyuki Yamauchi e il suo team hanno infatti deciso di studiare a fondo le loro reazioni in caso di cataclismi, raccogliendo le testimonianze di più di 1200 proprietari di cani e 703 di gatti: tutti avrebbero confermato atteggiamenti anomali degli animali a pochi minuti dal sisma.

È stato però, osservando i dati disponibili sulla produzione di latte giornaliera registrata dalle fattorie, che si è fatta la scoperta più interessante: molte mucche sparse per la nazione – a Ibaraki, a 340 chilometri dall’epicentro, e a Kanagawa e Shizouka – hanno infatti prodotto quantità di latte decisamente inferiori proprio il giorno dello tsunami, l’11 marzo del 2011.

Nel 60 per cento circa dei casi l’ansia degli animali, allertati grazie a olfatto, orientamento e sensibilità tattile più sviluppati rispetto all’uomo, si ha entro i due minuti che precedono l’impatto: un tempo sufficiente per far evacuare palazzi e abitazioni.

Ora, alla luce della rilevanza statistica degli episodi verificati, i ricercatori giapponesi stanno procedendo con l’analisi dei precisi meccanismi che possono innescare nei nostri fedeli compagni di vita la percezione della catastrofe naturale.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 13 =